PROGRAMMA

Venerdì 12 Ottobre 2018

Inaugurazione: ore 18.30 – ingresso su invito
Taglio del nastro. Presente il Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Nino Boeti, l’Assessore alla Cultura del Comune di Torino Francesca Leon, il presidente di Cime Vito Cramarossa, il curatore della Fondazione WPP Amsterdam Sophie Boshouwers. Ospite internazionale Manoocher Deghati. ReveShow presenta “On the Road (abstract)”, live performance di danza acrobatica e roue cyr con Emanuele Melani, Compagnia ArteMakìa, direzione artistica Milo Scotton. “On the Road” è un viaggio che porta alla consapevolezza dell’istante presente, un moderno carpe diem colto e vissuto attraverso le fragilità espresse dall’arte del circo contemporaneo. La A.Ma Records presenterà, durante il vernissage, la nuova uscita discografica di Pippo Foglianese, dal titolo “Subconscious Jazz”.
Apertura al pubblico: dalle ore 20.30 alle 22.00

Sabato 13 Ottobre ore 18.00

Public Lecture: Manoocher Deghati dialoga con Adriano Sofri. Modera Vincenzo Cramarossa. Interviene Antonella Parigi, Assessore alla Cultura della Regione Piemonte.
Manoocher Deghati fotoreporter di fama internazionale, già creatore e direttore dell’unità fotografica delle Nazioni Unite e di AINA Photojournalism Institute in Afghanistan, ex-direttore fotografico per Agence France Press (AFP) e Associated Press (AP). Ha pubblicato e pubblica i suoi lavori su National Geographic Magazine, Time, Life Press, Newsweek, Figaro, Marie-Claire. Premiato da World Press Photo nel 1984 (primo premio nella categoria “News feature”) e nel 1986 (terzo premio nella categoria “Daily Life”) per sei anni ha fatto parte della giuria del World Press Photo.  Adriano Sofri è giornalista, saggista e scrittore italiano. Il suo ultimo lavoro si intitola “Una variazione di Kafka” edito nel 2018 da Sellerio.

​Domenica 14 Ottobre ore 18.00

«Finché si avranno passioni non si cesserà di scoprire il mondo. Cesare Pavese, il cinema e la fotografia del territorio»
Con Fulvio Paganin, presidente di Distretto Cinema, Anselmo Villata, curatore e presidente dell’Istituto Nazionale Arte Contemporanea, Massimiliano Carcione, foto-poeta.

Giovedì 18 Ottobre ore 18.30

«Trent’anni di fotogiornalismo a Torino»
Incontro con  Sergio Solavaggione che presenta “Obiettivo sensibile” (Daniela Piazza Editore). Con lui dialoga Daniele Solavaggione, fotoreporter e videomaker de La Stampa, Angelo Conti, giornalista e consigliere d’amministrazione della Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi. Modera Giorgio Levi, presidente del Centro Giornalistico Pestelli..

Venerdì 19 Ottobre ore 20,30

«Anno 2018. Diritti ai sentimenti»
Incontro con gli avvocati Gabriele Molinari, consigliere regionale delegato alla Consulta Regionale dei Giovani, e Andrea Catizone, giurista e studiosa specializzata in diritto della famiglia, presidente di Family Smile, per parlare di legge, relazioni affettive e famigliari a partire dal progetto, unico in Italia, dell’Educazione Sentimentale nelle scuole piemontesi. Modera Emanuele Franzoso, giornalista.

Sabato 20 Ottobre ore 18.00

Public Lecture con Luca Locatelli, vincitore del secondo premio World Press Photo 2018, sezione storie per la categoria Ambiente.
Luca Locatelli è un fotografo documentarista e regista con base in Europa. Il suo lavoro si concentra su storie che narrano di come persone, scienza e tecnologia esercitino un impatto, talvolta evidente, sul mondo che ci circonda. Il suo lavoro è stato pubblicato in tutto il mondo ed è collaboratore del New York Times Magazine, del National Geographic Magazine, New Yorker, di Bloomberg Businessweek e Wired.

Domenica 21 Ottobre ore 18.00

Public Lecture con Alessandro Lercara, fotografo torinese, primo premio del concorso fotografico “Per Amore”, promosso nel 2018 da UNHCR, Agenzia ONU per i Rifugiati.
La giuria composta da Pierre André Podbielski, Arianna Rinaldo, Roberto Rossi, Carlotta Sami ed Enrico Stefanelli ha scelto, tra le 2.990 immagini partecipanti, la foto in bianco e nero, scattata nell’ambito del progetto “Tattoo” realizzato da Lercara nel 2017 come simbolo di tutti i gesti d’amore. Nato a Moncalieri nel 1977 ha lavorato per l’agenzia fotografica LaPresse prima diventare freelance e collaborare con agenzie del territorio e aziende nazionali. Specializzato nell’industriale, da tempo firma anche una serie di progetti artistici personali che si basano sulla ricerca creativa. Prima del premio dell’UNHCR ha ottenuto menzione da parte dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti Tau Visual e ha realizzato una mostra itinerante in Piemonte dal titolo “Echi da Auschwitz”.

Giovedì 25 Ottobre ore 20.30

«Raccontare l’accoglienza. In fuga dall’inferno e verso l’ignoto: storie di persone venute da lontano» ,in collaborazione con Lettera Ventitré.
Ne parlano i giornalisti Domenico Quirico,  caposervizio Esteri de “La Stampa” e inviato di guerra; Ugo Lucio Borga, fotografo, scrittore e inviato di guerra; Maria Teresa Martinengo, cronista de “La Stampa”. Modera l’incontro Salvo Anzaldi, giornalista di Lettera Ventitré.

Venerdì 26 Ottobre ore 20.30

«Messico ’68, uno scatto per cambiare il mondo. Cinquant’anni fa i Giochi Olimpici delle Pantere Nere, del sangue e dei record», in collaborazione con Lettera Ventitré.
Ne parlano Eddy Ottoz, medaglia di bronzo olimpica e due volte campione europeo dei 110 ostacoli; Nicola Roggero, giornalista e telecronista di Sky. Modera l’incontro Salvo Anzaldi, giornalista di Lettera Ventitré.

Sabato 27 Ottobre ore 18.00

Public Lecture con Alessio Mamo, vincitore WPP 2018 con il suo ritratto di Manal.
Alessio Mamo è un fotografo freelance siciliano che fa base a Catania. Con una laurea in chimica, nel 2007 si è nuovamente laureato in fotografia all’Istituto Europeo di Design di Roma. Nel 2008 ha iniziato la sua carriera nel fotogiornalismo concentrandosi su temi sociali, politici ed economici contemporanei. Alessio documenta le questioni relative allo spostamento e alla migrazione dei rifugiati a partire dalla Sicilia, estendendo di recente il proprio interesse anche al Medio Oriente.

Domenica 28 Ottobre ore 18.00

Performance interattiva «Why?»
Danza, parole, immagini, arte contro la violenza di genere. Sguardi al presente e al futuro. A cura di MAC Movimento Arte Creatività con Giulia Campagna, Raffaella Gallo, Francesca Grogno, Aurora Lo Bue, Erika Valentini. Con Giulia Gallo, Arti Visive.

Mercoledì 31 Ottobre

Apertura speciale fino alle 22

Sabato 3 Novembre ore 18.00

Public Lecture con Fausto Podavini.
La sua passione per la fotografia è iniziata quando aveva 18 anni, prima come assistente e fotografo di studio, poi lavorando a reportage etnologico e sociale. Nel 1992 ha lavorato al Mifav, il museo di fotografia dell’Università Tor Vergata di Roma, per poi studiare presso l’accademia di fotografia John Kaverdash di Milano, conseguendo un master in reportage. Podavini ha lasciato la fotografia di studio per dedicarsi esclusivamente al reportage ed è oggi un fotografo freelance. Collabora con varie ong. Ha “coperto” problemi in Italia, Perù, Kenya ed Etiopia, dove attualmente sta sviluppando progetti fotografici personali. Il suo progetto a lungo termine “MiRelLa”, sull’Alzheimer’s Disease, gli è valso premi nel concorso World Press Photo 2013, Sony, PDN, World Report Award, SDN, Jacob Riis Award e The Fence. Ha anche ricevuto il riconoscimento come «Reporter for the Earth 2017».

Giovedì 8 Novembre ore 18.30

«I conflitti dimenticati. Quelli passati, ma ancora troppo vicini per essere realmente risolti, e quelli in corso ma troppo lontani dai nostri occhi. I casi del Kosovo e del Sud Sudan»
Ne parlano Daniele Marchi, Fondazione Alexander Langer, Ilaria Blangetti, giornalista collettivo Seedspictures, Luca Prestia e Francesco Doglio, fotogiornalisti del collettivo Seedspictures. Modera Stefano Tallia, giornalista Rai e segretario della Stampa Subalpina.

Sabato 10 Novembre ore 18.00

Public Lecture con Francesco Pistilli, vincitore WPP 2018 per aver documentato l’inasprimento della cosiddetta rotta balcanica verso l’Unione europea, bloccando migliaia di rifugiati che tentavano di viaggiare attraverso la Serbia per cercare una nuova vita in Europa.
Attualmente Pistilli si occupa di reportage e ritrattistica editoriale trattando contenuti politici, sociali e ambientali. Ha lavorato in Sierra Leone, Repubblica Centrafricana, Sudan, Senegal, Filippine, India, Brasile, Palestina, Costa Rica, Uruguay, Egitto, Ungheria, Grecia, Argentina, Indonesia e Turchia. Il lavoro di Pistilli è stato pubblicato e distribuito ampiamente su riviste internazionali e nazionali tra cui Time, New York Times, Bbc, M le magazine du Monde.

Domenica 11 Novembre – Serata conclusiva

Dalle 18.30 saranno proiettate le Photo of the Year dei 63 anni di World Press Photo.


ORARI APERTURA
EXHIBITION TIMES

Lunedì – Giovedì: 10:00 – 20:00
(ultimo ingresso ore 19:00)
Monday – Thursday: 10:00 am – 8:00 pm
(last entrance 7:00 pm)

Venerdì – Domenica: 10:00 – 22:00
(ultimo ingresso ore 21:00)
Friday – Sunday: 10:00 am – 10:00 pm
(last entrance 9:00 pm)

COSTO BIGLIETTI

Intero: € 10,00
Agevolazione per possessori Tessera Musei: € 8,50
Agevolazione per possessori Tessera ARCI: € 8,50
Ridotto: € 7,50 (under 25 e over 65)
Scuole: € 5,00
Abbonamento: € 18,00
Ingresso gratuito per gli accompagnatori dei portatori di handicap


ACCREDITO GIORNALISTI

Possono accedere alla mostra giornalisti incaricati della realizzazione di un articolo o servizio (non in visita personale), previa valutazione e autorizzazione da parte dell’Ufficio Stampa. La richiesta va inoltrata con almeno un giorno d’anticipo, indicando i dati necessari (testata, quando, in linea di massima, uscirà l’articolo/video, richieste di particolari materiali all’ufficio stampa).
Se invece si tratta di una visita personale, ci si può rivolgere direttamente alla cassa, acquistando il normale biglietto.
press@worldpressphototorino.it

Leave a Reply